This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

+01145928421
mymail@gmail.com
Image12

Blog

INTERNAZIONALIZZAZIONE MPMI CCIAA FR_LT

Il bando Internazionalizzazione - Edizione 2023 è volto a rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali.

Obiettivi

CCIAA FR_LT Internazionalizzazione MPMI.
Il bando Internazionalizzazione – Edizione 2023 è volto a rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco.

Chi può partecipare?

Per il bando Internazionalizzazione possono partecipare tutte le MPMI che al momento della presentazione della domanda soddisfino tali requisiti:

  • Abbiano sede legale e/o unità organizzativa nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Frosinone-Latina;
  • Siano attive ed iscritte al Registro delle imprese;
  • Siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • Non siano soggette a procedure concorsuali
  • Siano in regola con le normative in materia previdenziale e contributiva;
  • Siano in regola con le normative sulla salute e la sicurezza sul lavoro;
  • Non abbiano forniture in essere con la CCIAA in questione.
Ambiti di Intervento

Gli ambiti di intervento del bando Internazionalizzazione – Edizione 2023 a sostegno del commercio internazionale devono riguardare:

  1. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, ad esempio:
  • Servizi di analisi ed orientamento specialistico per facilitare l’accesso ed il radicamento sui mercati esteri, per individuare nuovi canali;
  • Potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la progettazione, predisposizione, revisione, realizzazione di cataloghi/brochure/presentazioni aziendali e traduzione dei loro contenuti;
  • Ottenimento o rinnovo di certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei paesi esteri o a sfruttare determinati canali commerciali;
  • Protezione dei marchi dell’impresa all’estero;
  • Accrescimento delle capacità manageriali dell’impresa attraverso attività formative a carattere specialistico;
  • Sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di temporary export manager (TEM) e digital export manager in affiancamento al personale aziendale.
  1. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero, ad esempio:
  • Realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura;
  • Avvio e sviluppo della gestione di business online, tramite l’impiego e il corretto posizionamento su piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali;
  • Partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all’estero o anche a fiere internazionali in Italia;
  • Realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce;
  • Realizzazione di attività ex-ante ed ex-post rispetto a quelle di promozione commerciale (compresa quella virtuale).


Per essere ammessi al contributo, le spese valutate ammissibili a seguito di istruttoria ed effettivamente sostenute devono comunque essere pari o superiori all’importo minimo di € 4.000,00.

Spese Ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

  • Servizi di consulenza e/o formazione resi da professionisti e/o società relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale tra quelle previste nei suddetti ambiti di intervento;
  • Realizzazione di spazi espositivi e B2B, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (anche l’assicurazione), nonché la realizzazione di cataloghi/brochure/presentazioni aziendali.
Importo del Contributo

Per il bando Internazionalizzazione – Edizione 2023 le agevolazioni sono accordate sotto forma di voucher, pari al 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di euro 15.000,00 a impresa.

Alle imprese in possesso del rating di legalità2 verrà riconosciuta una premialità di 200 euro nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

Tempistiche e Modalità di svolgimento

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 12:00 del 15 gennaio 2024 alle ore 21:00 del 5 aprile 2024. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini.

Le domande saranno valutate secondo una procedura a sportello.

Vorresti cogliere l’opportunità di finanziamento ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto per la presentazione delle domande e per la gestione documentale contattaci! La prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Puoi consultare qui il Bando Completo

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi iscriviti alla nostra newsletter

oppure unisciti al nostro canale Telegram.

COMMENTA